free
Telefono: +39 0187 778539
Offerte speciali
Clicca qui

Esclusivi vantaggi

...solo se prenoti dal nostro sito web

Esclusivi Vantaggi

solo se prenoti direttamente dal nostro sito web ufficiale

  • Miglior Tariffa del Web! Se riuscirete a trovare su un altro sito un prezzo più basso per lo stesso periodo e per la stessa tipologia di camera, vi chiediamo gentilmente di contattarci e noi vi offriremo un ulteriore sconto del 10%. Molti siti di viaggi online chiedono tasse extra per le prenotazioni on-line.
  • Pacchetti ed offerte esclusive costantemente aggiornate per garantirvi tutti i migliori comfort.
  • Internet Wi-Fi Gratuito in tutta la struttura.
Verifica disponibilità Ora!

Territorio

Nell’estremo lembo della Liguria orientale, dove sorge la città della Spezia, tra l’azzurro del mare e la lussureggiante natura della costa, si affaccia il Golfo dei Poeti con i suoi borghi di straordinaria bellezza come Portovenere, Le Grazie, Lerici, Tellaro, Fiascherino e le affascinanti isole della Palmaria e del Tino.

Un cenno particolare merita il Parco Nazionale delle Cinque Terre che si estende da Tramonti, nel comune della Spezia, a pochissimi chilometri dal centro città, sino a Punta Mesco, attraverso le Cinque Terre. Tutto il territorio del Parco è percorribile via mare o per ferrovia e, per i più coraggiosi ed amanti del trekking, anche a piedi con brevi e bellissime passeggiate.

La Spezia

La cittadina della Spezia, capoluogo di regione, situata sul confine tra la Liguria e la Toscana, è una città moderna che ha conosciuto il suo maggior sviluppo nell’Ottocento con la nascita dell’Arsenale Militare, fatto costruire da Domenico Chiodo.

Il monumento che oggi più testimonia delle vicende storiche della città è il Castello S. Giorgio, edificio fatto risalire al XIV secolo.

Negli ultimi anni, l’Amministrazione Comunale molto ha investito nell’ambito museale.

Infatti, anche grazie a prestigiose donazioni di mecenati spezzini amanti dell’ arte, sono stati aperti al pubblico tre bellissimi musei che sono stati collocati in palazzi antichi e prestigiosi, appositamente ristrutturati.

Si tratta del Museo Lia, realizzato nella sede di un convento del Seicento, che raccoglie una collezione di arte medioevale e moderna di altissimo valore, del Museo di Arte Moderna e Contemporanea, che raccoglie circa 900 dipinti, testimonianza dell’espressionismo e delle avanguardie storiche sino alle nuove tendenze e del particolarissimo ed affascinante Museo dei Sigilli, nella Palazzina delle Belle Arti, che conserva sigilli di provenienza ed epoche diversissime.

Infine, ma non per ordine di prestigio, un accenno al Museo Navale, che ha una storia centenaria e che raccoglie le più importanti testimonianze della storia della Marina ed al Museo Diocesano che, con la sua raccolta di manufatti liturgici , fornisce un quadro completo della vicenda religiosa del territorio.

Lerici

Sul lembo orientale del Golfo, sorge Lerici , una cittadina rivierasca e nel contempo collinare, tutta un dedalo di piazzette e viuzze con un mare ideale per la vacanza e gli sport acquatici.

Lungo la strada che conduce al borgo marinaro, provenendo dalla Spezia, si incontra San Terenzo nota a molti appassionati di poesia per Villa Magni che ospitò Mary e Percy Shelley e dove oggi si trova un museo che ricorda la presenza in Liguria del poeta inglese dell’Ottocento.

Sul lussureggiante promontorio che separa il paese di San Terenzo da quello di Lerici troneggia Villa Marigola, ex Villa Pearce, dove, sempre nell’Ottocento soggiornarono molti illustri personaggi.

Oggi la villa è di proprietà della Cassa di Risparmio della Spezia ed è sede di convegni e di attività culturali di alto livello ed emana ancora il fascino dei personaggi che l’hanno frequentata. Particolarmente pregevole per la qualità e la quantità di piante che vi si trovano è il giardino, unico esempio in tutta la provincia di “ giardino all’ italiana”.

Portovenere

Sull’estremo lembo occidentale della Liguria, sorge il borgo fortificato di Portovenere.

Fu conquistato dai Genovesi nel sec. XII che costruirono la cinta muraria e pianificarono l’impianto di borgo fortificato.

Il paese è costituito da una schiera di case a torre o “case-fortezza” dai colori gialli, rosa e grigio allineate sulla calata e le mura, che circondano i l paese a levante, lo collegano al Castello, poderosa struttura fatta di muraglie a scarpata.

Il Castello rappresenta un vero modello di architettura militare genovese. Insieme al borgo, i Genovesi fecero costruire anche la chiesa ufficiale, la Collegiata di S.Lorenzo, ad opera dei Magistri Antelami, maestri lapidici provenienti dal Lago Maggiore.

All’estremità del promontorio di Portovenere, protesa verso il mare aperto, sorge la chiesa di S.Pietro, in stile gotico-genovese costruita dai Genovesi sulle vestigia di una chiesa paleocristiana, dove permangono i ruderi del monastero sorto a custodia delle sue reliquie.

Alla stessa epoca si attribuiscono anche le più antiche strutture di tipo eremitico rinvenute sull’isolotto del Tinetto.

Le isole del Tino e del Tinetto, insieme alla più grande isola della Palmaria, posta proprio di fronte al borgo di Portovenere, costituiscono uno splendido parco naturale, santuario dei cetacei, riserva marina ed anche luogo per una vacanza balneare inconsueta grazie alla bellezza delle spiagge e delle insenature della costa.

A pochissimi chilometri di distanza, lungo la strada che dalla Spezia porta a Portovenere, si trova Le Grazie, piccolo paese di pescatori posto in un’incantevole insenatura naturale.

Una visita particolare meritano il sito archeologico della “Villa Romana del Varignano”, egregiamente conservata e il Santuario tardogotico di S. Maria delle Grazie, con l’annesso monastero benedettino, trasformato in abitazioni, nel cui refettorio sono stati portati alla luce affreschi quattrocenteschi di Nicolò Corso.

Cinque Terre

Quest’angolo della Liguria, tra La Spezia e Levanto, dove generazioni hanno lavorato per creare un paesaggio unico al mondo con terrazzamenti a picco sul mare, sorretti da migliaia di chilometri di muretti a “ secco”, prende il nome di Cinque Terre perché cinque sono i borghi costieri più tipici e famosi: Monterosso, Vernazza, Corniglia, Manarola e Riomaggiore, amministrativamente nella provincia della Spezia.

Nonostante i cinque paesini siano tra loro collegati sia tramite una strada litoranea di grande valore panoramico, sia agevolmente dalla rete ferroviaria, il miglior modo per scoprire e “gustare” questi centri è senza dubbio quello di percorrerli a piedi.

Lungo i sentieri centenari si può ammirare l’incanto di questo paesaggio che alterna ai terrazzamenti delle viti fasce di ulivi e là, dove l’opera dell’uomo è cessata, appare a pieno diritto la macchia mediterranea con le ginestre, i cisti bianchi e rosei, le agavi e l’elicrisio.

Anche la costa rispecchia questa natura e tra le rocce a strapiombo sul mare si possono trovare minuscole e selvagge spiagge di ghiaia.

Queste, in sintesi, le Cinque Terre, dichiarate dall’UNESCO fin dal 1997 Patrimonio Mondiale dell’Umanità.

La Val di Vara

Risalendo in auto dalle Cinque Terre si arriva in breve tempo in Val di Vara, una regione ricca di boschi, corsi d’acqua e di storia. Il primo paese che s’incontra è Pignone, un borgo circondato da abitazioni che un tempo avevano scopo difensivo. Si arriva poi a Borghetto Vara, antica stazione di posta, dove è interessante il Santuario della Madonna dell’Acqua, forse edificato sui resti di una chiesa longobarda. Poco distante c’è Brugnato, nominata sede vescovile già nel 1133: di grande interesse sono la Cattedrale dei Santi Pietro e Colombano, risalente al Mille, e gli scavi archeologici. Si arriva così a Varese Ligure, noto per aver promosso un modello di sviluppo basato sulle risorse ambientali. Da visitare, oltre al borgo stesso, dalla struttura urbanistica rotonda, la trecentesca Casa del Capitano e il restaurato Castello dei Fieschi.

La Val di Magra

Castelli medioevali, borghi appollaiati sulla collina ancora immersi nel passato, santuari, boschi, laghi, vigneti, ulivi, questa è la Val di Magra, terra di confine tra la Liguria e la Toscana, che si estende dai monti dell’alta Lunigiana sino a Bocca di Magra, sul mare.

Le testimonianze storiche più interessanti della zona si trovano a Luni, il più importante sito archeologico romano della Liguria dove furono rinvenute le “ Statue-stele”, manifestazioni storico-artistiche delle popolazioni paleoliguri che vissero nella zona, e a Sarzana, con la sua Cattedrale, insieme testimonianza dell’arte romanica, gotica e barocca.